IRRIGARE A GOCCIA IL FICO D’INDIA

Inquadramento culturale ed esigenze pedoclimatiche

Il ficodindia (Opuntia ficus indica L.) è un arbusto succulento appartenente alla famiglia delle Cactacee; originario del Messico, si è rapidamente diffuso nel bacino del Mediterraneo grazie alla sua grande capacità di adattamento agli ambienti aridi e semiaridi.

Rappresenta un’importante coltura da reddito per le innumerevoli proprietà nutrizionali e nutraceutiche dei suoi frutti (bacche carnose di diverso colore ricoperte da una buccia con spine setolose e con semi scuri dispersi nella polpa), anche se non mancano gli utilizzi in cosmetica e farmaceutica, in zootecnia (usi foraggeri) e nell’industria energetica (produzione di biogas dagli scarti).

La pianta del ficodindia può raggiungere i 4-5 metri di altezza; fusto e ramificazioni sono costituiti dai cladodi (comunemente denominati pale) con funzione fotosintetizzante: le vere foglie, infatti, sono rappresentate dalle spine e dai peli che ricoprono i cladodi, un vero e proprio cambiamento evolutivo che sottolinea le straordinarie doti di resilienza e adattamento della specie alle condizioni di aridità.

L’apparato radicale superficiale ed espanso, la spessa cuticola cerosa che ricopre i cladodi ed il metabolismo CAM (Crassulacean Acid Metabolism) rappresentano ulteriori fattori evolutivi che permettono alla pianta di limitare le perdite di acqua per evaporazione e garantire, con il minimo dispendio di energie, il proseguimento dell’attività vegetativa anche in condizioni proibitive.

Esigenze idriche e irrigazione del ficodindia

Nonostante si adatti bene agli ambienti a clima arido, tollerando bene la siccità, il ficodindia coltivato per scopi alimentari e quindi per produzioni di alto reddito, si avvantaggia molto dell’irrigazione: essendo l’acqua il principale costituente dei frutti, l’apporto idrico ne aumenta le rese in termini di quantità e pezzatura oltre che di qualità, soprattutto se si ricorre alla pratica della fertirrigazione.

Il sistema di irrigazione che meglio si adatta alla coltivazione del ficodindia è sicuramente quello goccia a goccia, poiché permette di massimizzare l’uso della risorsa idrica sia in termini di volumi erogati che di gestione dei turni irrigui.

L’irrigazione a goccia, inoltre, garantisce tempestività negli interventi ed offre la possibilità di arricchire l’acqua irrigua dei nutrienti necessari mediante opportuni sistemi di fertirrigazione.

Operazioni di diradamento di fiori e frutti realizzate in determinati periodi dell’anno, seguite da fertirrigazioni mirate, coadiuvano la pianta ad ottenere fioriture extrastagionali che, supportate da una corretta gestione irrigua, garantiscono produzioni altamente remunerative che sicuramente esaltano il successo commerciale del ficodindia.

Impianto d’irrigazione

Con riferimento ai moderni ficodindieti realizzati in filari (sesto d’impianto 7,0×3,0 mt o 7,0×3,5 mt), la soluzione irrigua Irritec ricade sulla posa della singola o della doppia ala gocciolante a terra, ai lati delle piante, con spaziature tra i punti goccia variabili tra 50 e 100 cm e portate orarie di 2,10 o 4,00 l/h.

A volte si preferisce poggiare l’ala gocciolante direttamente sulle pale avendo però l’accortezza di installare ganci rompigoccia in corrispondenza dei gocciolatori, oppure ancora ancorare l’ala gocciolante a fili zincati sorretti da palificazioni alte circa 4 metri; in questo modo, il sistema di irrigazione non sarà d’ostacolo alle operazioni di potatura ed alle successive fasi di raccolta delle pale asportate.

I modelli di ala gocciolante consigliati sono quelli “normali” del tipo Junior o Tandem per appezzamenti topograficamente regolari e con filari non eccessivamente lunghi, oppure “autocompensanti” del tipo Multibar F o Multibar C che, anche in casi di eccessive pendenze e filari lunghi, assicurano elevata uniformità di erogazione.

Un’ulteriore soluzione tecnica può essere la subirrigazione, cioè l’interramento delle ali gocciolanti (modello Multibar C Rootguard) al lato del filare ad una profondità variabile tra 15 e 30 cm. L’impianto di irrigazione dovrà essere dotato di un accurato sistema di filtrazione (primaria e secondaria o di settore) con una finitura di filtrazione non inferiore ai 120 mesh, e di un sistema di fertirrigazione in grado di iniettare i fertilizzanti in condotta in maniera precisa ed efficace.

Irritec consiglia sistemi semplici nell’utilizzo e sicuramente adatti a coltivazioni in pieno campo come quella del ficodindia: oltre ai classici sistemi Venturi che sfruttano un semplice principio fisico per l’aspirazione del fertilizzante, un valido esempio è rappresentato da Ferticlick bypass, un sistema composto da una scheda elettronica di facile programmazione, un bypass Venturi, un contatore volumetrico (10 impulsi litro) ed una comune elettrovalvola, che permette di iniettare in condotta un fertilizzante in maniera proporzionale o volumetrica.

Per massimizzare l’efficienza del sistema, si può scegliere di automatizzare l’impianto irriguo attraverso un programmatore della linea Commander EVO che, grazie ai tre modelli disponibili (Basic, Plus e Gold), rappresenta la soluzione ottimale per soddisfare la necessità irrigua di aziende agricole di ogni dimensione.

Di seguito un esempio pratico di come irrigare a goccia il ficodindia

Prodotti Irritec di cui hai bisogno per irrigare a goccia il ficodindia

1

MULTIBAR™ CJUNIOR®

Junior® è l’ala gocciolante integrata normale con gocciolatore cilindrico di Irritec. I due fori di emissione in posizione opposti sul gocciolatore impediscono l’aspirazione delle impurità; le piccole dimensioni del gocciolatore, inoltre, implicano minime perdite di carico, consentendo di realizzare notevoli lunghezze d’ala. L’ala gocciolante classica con gocciolatore autocompensante cilindrico Multibar C è la soluzione ideale per irrigare colture pluristagionali ed è adatta per terreni in pendenza e topografie irregolari. Il particolare design del gocciolatore permette l’efficace compensazione della pressione all’interno di un range di pressioni molto ampio.

Irrigazione Multibar e junior Irritec per il ficodindia

2

TUBAZIONI IN PE E CONNECTO ™

La linea di raccordi a compressione Connecto™ per il convogliamento di fluidi in pressione, particolarmente indicata per impianti di irrigazione e giardinaggio, si distingue per la grande velocità e semplicità di montaggio.

tubi per irrigare il ficodindia

3

FILTRI

I filtri Irritec® consentono di avere la migliore protezione filtrante per ogni sistema irriguo. La struttura semplice e sicura, frutto di un’accurata tecnologia costruttiva, riduce al minimo la necessità di interventi di manutenzione. Resistenti agli sbalzi di pressione e alle sollecitazioni esterne, i filtri sono caratterizzati dall’elemento filtrante robusto e flessibile. La tenuta idraulica è assicurata anche ad elevate pressioni e gli elementi filtranti garantiscono la massima efficienza di filtrazione. La varietà di gradi di filtrazione disponibili (da 20 a 450 mesh) è in grado di soddisfare tutte le necessità di filtraggio.

filtri irrigazione ficodindia

4

FERTIRRIGAZIONE

I sistemi di fertirrigazione Irritec® coniugano praticità e affidabilità ad un moderno sistema di iniezione delle soluzioni nutritive. La gestione del fertilizzante viene regolata da semplici ricette di fertirrigazione, impostabili a seconda delle necessità agronomiche e nutrizionali. La corretta gestione idraulica, fondamentale per veicolare il giusto nutrimento alle piante, è assicurata da anni di esperienza nel dimensionamento di macchine ed apparecchiature e da materiali affidabili e certificati.

5

RACCORDI E DERIVAZIONI PER ALA GOCCIOLANTE

Gamma completa per la connessione di tape, ala gocciolante leggera e classica, disponibili nelle misure 16, 20, 22, 23, 25 e 29 mm.

Raccordi per irrigazione del ficodindia

Scopri come irrigare le altre colture

Irritec vuole semplificare la vita di chi cura le piante, per lavoro e per passione. Lavora perché ogni goccia sia impiegata al meglio, riducendo al minimo l’impronta ecologica e lo spreco delle risorse.

Il team agronomico di Irritec è vicino all’agricoltore anche in fase post vendita e installazione, con assistenza continua e controllo dell’efficienza. Continua attenzione al cliente per offrire soluzioni efficaci e sostenibili con un servizio puntuale ed efficiente.