IRRIGARE A GOCCIA IL LAMPONE

Inquadramento colturale e caratteristiche

Il lampone (Rubus idaeus L.) è una pianta cespugliosa a foglia caduca appartenente alla famiglia delle Rosaceae ed al genere Rubus. La specie è originaria dell’Asia occidentale ma ormai diffusa in tutte le parti del mondo. Tra i principali Paesi produttori si citano Russia, USA, Polonia e Messico. In Italia, le due regioni altamente vocate per la sua coltivazione sono il Trentino e il Piemonte, anche se, negli ultimi anni, si è avuta un’espansione colturale anche in Toscana, Emilia-Romagna, Sicilia, Puglia e Campania.

La pianta del lampone si caratterizza per un intensa attività pollonifera: i polloni (germogli vigorosi ricoperti di piccole spine che possono raggiungere lunghezze anche superiori ai 2 metri) si dipartono dalle radici (polloni radicali) e dal colletto (polloni del colletto); generalmente, al secondo anno dalla loro emissione, i polloni divengono produttivi e per questo vengono anche definiti tralci fruttiferi. Il frutto (sorosio), è costituito da un insieme di drupeole; in base alla varietà può variare in forma e colore. Inoltre, in funzione dell’epoca e del tipo di fruttificazione, si distingue il lampone unifero, che fruttifica sui tralci di due anni, e quello bifero o rifiorente che invece produce frutti già a partire dai polloni di un anno offrendo così due produzioni annuali. Queste differenze implicano tecniche colturali diverse.

Esigenze pedoclimatiche

Il lampone predilige terreni freschi, permeabili, ricchi di sostanza organica e con pH subacido. Essendo una specie sensibile ai ristagni idrici ed a fenomeni di clorosi è bene evitare terreni eccessivamente compatti e calcarei. Il lampone teme i freddi intensi e prolungati ma anche i ritorni in freddo primaverili che possono danneggiare le ramificazioni fruttifere durante la fase di germogliamento. I frutti più esposti possono essere danneggiati dalle alte temperature, soprattutto se associate ad un eccessiva insolazione, ma anche dai forti venti che ne causano lo sfregamento sui tralci e sulle foglie.

Esigenze idriche e irrigazione del lampone

L’irrigazione è fondamentale per il raggiungimento di notevoli risultati produttivi. La pianta del lampone, in virtù di un apparato radicale superficiale, è particolarmente sensibile agli stress idrici in genere (carenze ed eccessi) che ne possono compromettere le produzioni dell’anno e di quelli successivi. In funzione della varietà (lampone unifero o bifero) e delle caratteristiche pedo-climatiche dell’areale di coltivazione, il fabbisogno idrico stagionale del lampone può variare dagli 800 ai 3000 m3/ettaro.

In relazione ai sistemi colturali in fuorisuolo, si rende necessario intervenire frequentemente nell’arco della giornata con turni irrigui brevi a cui associare fertirrigazioni ad-hoc. La gestione idrico-nutrizionale va poi modulata anche in post-raccolta, così da favorire la maturazione del legno ed un’ottimale sviluppo dell’apparato radicale.

Il miglior sistema irriguo per la coltivazione del lampone è sicuramente quello a goccia. Con riferimento ai moderni sistemi colturali realizzati in fuorisuolo (spesso in vaso, sotto apprestamenti protettivi di vario genere), Irritec propone il sistema a goccia con gocciolatore autocompensante e tecnologia Drop Stop che assicura elevata uniformità e precisione nei volumi e nei tempi di irrigazione: K-Drop System è un kit premontato che comprende i gocciolatori della linea iDrop con uscita standard o multifunzionale, olivetta, gomito o tee per microtubo, manifold per tubi capillari, e astine. Irritec consiglia inoltre tubi in polietilene (per i laterali), microtubi e astine di colore bianco, per ridurre il surriscaldamento della soluzione nutritiva e dell’acqua erogata, inevitabile nei sistemi sotto copertura.

Fondamentale è l’automazione dell’intero impianto irriguo: la linea Commander Evo di Irritec permette di impostare al meglio turni e volumi d’adacquamento, offrendo la possibilità di gestire in modo automatico anche i sistemi di filtrazione e di fertirrigazione.

Fertirrigazione

Il lampone è una specie altamente esigente dal punto di vista nutrizionale in tutte le fasi del suo ciclo vegeto-produttivo; la propensione ad essere coltivato in condizioni acidofile e l’ormai diffusa tecnica di coltivazione in fuorisuolo, implicano l’utilizzo di dispositivi per la fertirrigazione che diano la possibilità all’operatore di iniettare in condotta in maniera altamente professionale i fertilizzanti e gli acidi che costituiscono la ricetta fertirrigua della coltura.

Irritec consiglia Shaker SET e Shaker PRO, due macchine in grado di gestire l’aspirazione dei fertilizzanti a target di pH ed EC oppure ancora in modo proporzionale alla portata (%).

Il programmatore integrato della linea Commander Evo permette di impostare, per ciascun settore, turni, volumi e ricette fertirrigue differenti. Il monitoraggio dei due principali parametri dell’acqua irrigua (pH ed EC) consente all’operatore di gestire al meglio il dosaggio dei fertilizzanti in base alle esigenze nutritive della pianta.

Di seguito un esempio pratico di come irrigare a goccia il lampone

schema impianto irrigazione lampone

Prodotti Irritec di cui hai bisogno per irrigare a goccia il lampone

1

IDROP, K-DROP SYSTEM

La linea iDrop® si compone di gocciolatori on line con flusso turbolento adatta a frutteti, vigneti, vivai e serre. Disponibile nelle versioni normale, autocompensante, con sistema Drop Stop, con uscite standard o multifunzione, la linea iDrop® si adatta alle più svariate condizioni agronomiche ed aziendali. K-Drop System è un kit premontato che comprende i gocciolatori della linea iDrop, gocciolatori a sigaro e microtubi, disponibili in vari diametri. Pratico e funzionale viene proposto pre-assemblato con misure standard o componibile. È ideale per l’irrigazione di colture in serra o in vaso.

2

TUBAZIONI IN POLIETILENE BASSA DENSITÀ

Il tubo Bassa Densità tipo irrigazione è prodotto con impianti di ultima generazione, utilizzando resine speciali selezionate, altamente resistenti agli agenti chimici e atmosferici. Per le caratteristiche di elevata resistenza allo stress meccanico è particolarmente indicato per derivazioni laterali e sopporta ottimamente le deformazioni provocate dal montaggio di innesti portagomma.

tubi irrigazione lampone

3

TUBAZIONI IN PE E CONNECTO ™

La linea di raccordi a compressione Connecto™ per il convogliamento di fluidi in pressione, particolarmente indicata per impianti di irrigazione e giardinaggio, si distingue per la grande velocità e semplicità di montaggio.

tubi e connecto irritec lamponi

4

FILTRI

La linea di filtri in metallo di Irritec offre soluzioni complete ed estremamente robuste. La gamma prodotti si divide in filtri a sabbia, filtri a schermo e separatori di sabbia idrociclonici. La particolare cura costruttiva e l’utilizzo di metallo di alto spessore fa di questa filtri la soluzione adatta per gli impieghi più gravosi e le acque più difficili. Sono inoltre protetti da una vernice epossidica di alto spessore che protegge il metallo dagli eventi corrosivi per lungo tempo. Possono gestire una grande varietà di portate. Sono disponibili modelli manuali o automatici per applicazioni sia su acque di canale che su acque di pozzo.

filtri irrigazione lamponi

5

AUTOMAZIONE E FERTIRRIGAZIONE

I sistemi di fertirrigazione Irritec® coniugano praticità e affidabilità ad un moderno sistema di iniezione delle soluzioni nutritive. La gestione del fertilizzante viene regolata da semplici ricette di fertirrigazione, impostabili a seconda delle necessità agronomiche e nutrizionali.

I sistemi di automazione Irritec®, soddisfano la necessità irrigua di aziende agricole di ogni dimensione, combinando la gestione del pH e della conducibilità elettrica ad un approccio più professionale della turnazione dell’irrigazione.

Scopri come irrigare le altre colture

Irritec vuole semplificare la vita di chi cura le piante, per lavoro e per passione. Lavora perché ogni goccia sia impiegata al meglio, riducendo al minimo l’impronta ecologica e lo spreco delle risorse.

Il team agronomico di Irritec è vicino all’agricoltore anche in fase post vendita e installazione, con assistenza continua e controllo dell’efficienza. Continua attenzione al cliente per offrire soluzioni efficaci e sostenibili con un servizio puntuale ed efficiente.