IRRIGARE A GOCCIA IL LUPPOLO

Inquadramento colturale e caratteristiche

Il luppolo (Humulus lupulus L.), è una pianta perenne, caducifoglia, appartenente alla famiglia delle Cannabaceae ed al genere Humulus. Presumibilmente di origine asiatica, la specie si è poi diffusa in America ed in Europa.

La pianta presenta un rizoma ramificato dal quale si dipartono esili fusti rampicanti che possono raggiungere i 7-8 metri d’altezza; il fusto è cavo, ruvido e ricoperto di peli (tricomi). Negli anni l’apparato radicale continua ad espandersi radialmente dal punto di impianto e può approfondirsi anche fino a 2-3 mt. Si tratta di una specie dioica (fiori maschili e femminili su piante diverse). Ai fini commerciali si coltivano solo piante “femminili” i cui fiori (anche detti coni o strobili) presentano una forma conica e colore verdognolo.

Essendo una geofita, il luppolo supera l’inverno attraverso gli organi rizomatosi che rimangono vitali nel sottosuolo; il riscoppio vegetativo avviene in primavera a partire dalle gemme di corona. La coltivazione pertanto assume un carattere stagionale con un ciclo colturale di circa 7 mesi (aprile-ottobre). La crescita e la fioritura sono influenzate dalla durata del giorno (fotoperiodo): il luppolo è infatti una specie a giorno corto; pertanto, la fase riproduttiva inizia quando le ore di buio sono superiori a quelle di luce.

Esigenze pedoclimatiche

Il luppolo, allo stato selvatico, vegeta in tutte le zone a clima temperato, mentre la produzione commerciale è generalmente limitata alle regioni tra il 35° e il 55° parallelo di latitudine, dove trova temperature e fotoperiodo adatti per uno sviluppo ottimale. Il luppolo necessita di suoli freschi e profondi, con una buona dotazione sabbiosa; non tollera il ristagno idrico necessitando quindi suoli con fondo drenante. Il pH ottimale è di 6,0-6,2, dunque un terreno leggermente acido.

Esigenze idriche e irrigazione del luppolo

Il luppolo tollera la siccità temporanea ma soffre lo stress idrico nei periodi critici quali il primo anno d’impianto e la fase di fioritura. Condizioni di carenza idrica durante il ciclo colturale possono influire gravemente sullo sviluppo delle piante, con una drastica riduzione della biomassa prodotta e della resa quanti-qualitativa delle infiorescenze.

Diversi studi hanno dimostrato che l’irrigazione induce significativi aumenti di resa (superiori al 20-40%) rispetto ai luppoleti non irrigati. Il fabbisogno idrico stagionale del luppolo si aggira mediamente tra i 5000 e i 6000 m3/ha, anche se questi valori vanno sempre correlati alle condizioni climatiche dell’areale di coltivazione e, in particolar modo, all’andamento pluviometrico annuo.

Il miglior sistema irriguo è sicuramente quello goccia a goccia, che permette di realizzare frequenti irrigazioni con basse portate favorendo l’ottimale assorbimento dell’acqua da parte delle piante. Considerate le ridotte distanze tra i ceppi sulla fila è consigliabile utilizzare spaziature tra i gocciolatori di 0,50 – 0,60 mt in modo da creare una striscia umida lungo il filare, utile soprattutto nei primi anni dall’impianto per favorire l’attecchimento delle giovani piantine.

Poiché la coltura si pratica quasi esclusivamente su terreni pianeggianti e con filari non eccessivamente lunghi, la soluzione solitamente proposta da Irritec riguarda ali gocciolanti normali (Junior o Tandem) con portate da 1,6 o 2,1 l/h in funzione della disponibilità idrica aziendale.

Il sistema di irrigazione più diffuso prevede l’installazione dell’ala gocciolante sul filo dell’impalcatura (ad 8,0 mt di altezza). In altri casi, l’ala gocciolante può essere stesa a terra lungo il filare oppure interrata ad una profondità di 0,30 mt realizzando di fatto un impianto di sub-irrigazione: in questo caso Irritec propone l’ala gocciolante autocompensante con sistema Rootguard che impedisce l’intrusione radicale nel foro di erogazione evitando dunque l’occlusione del gocciolatore.

Gli impianti sono generalmente fissi con tubazioni principali e secondarie in polietilene; fondamentale è l’installazione di un accurato sistema di filtrazione (principale e secondario) il cui dimensionamento non può prescindere da un attenta valutazione fisico/chimica delle acque

Fertirrigazione

I sistemi a goccia consentono anche l’erogazione di soluzioni fertilizzanti mirate a soddisfare le reali esigenze nutritive delle piante; un fattore importantissimo per la coltivazione del luppolo è infatti la nutrizione.

A grandi linee, le esigenze annue del luppolo prevedono 200 kg/ha massimo di azoto, 40-60 kg/ha di fosforo e 150-200 kg/ha di potassio, ai quali si può aggiungere zinco e magnesio in particolari fasi fenologiche del ciclo colturale.

A tale scopo, la soluzione Irritec ricade sui classici sistemi Venturi o su pompe dosatrici (MiniDos e SuperDos) o, ancora, su banchi di fertirrigazione adatti al pieno campo (es. Dosabox).

Irrigare il luppolo a goccia

Di seguito un esempio pratico di come irrigare a goccia il luppolo

schema impianto di irrigazione luppolo

Prodotti Irritec di cui hai bisogno per irrigare a goccia il luppolo

1

TANDEM E MULTIBAR™ C

Tandem è l’ala gocciolante classica con gocciolatore cilindrico di Irritec. Il gocciolatore con doppia foratura permette un aumento della superficie irrigata. I fori d’uscita del gocciolatore permettono una veloce e facile installazione senza la necessità di verificare la posizione del punto di emissione, assicurando lo svuotamento delle tubazioni alla fine del ciclo irriguo. Multibar C Rootguard è l’ala gocciolante ideale per le installazioni in subirrigazione garantendo un’elevata precisione di erogazione nei cicli irrigui. Il sistema antiradicale Rootguard permette che l’ala gocciolante venga interrata resistendo nel tempo senza subire problemi di intrusione radicale.

Tandem e Multibar Irritec per irrigazione Luppolo

2

TUBAZIONI IN PE E CONNECTO ™

La linea di raccordi a compressione Connecto™ per il convogliamento di fluidi in pressione, particolarmente indicata per impianti di irrigazione e giardinaggio, si distingue per la grande velocità e semplicità di montaggio

3

FILTRI IN METALLO

I filtri Irritec® consentono di avere la migliore protezione filtrante per ogni sistema irriguo. La struttura semplice e sicura, frutto di un’accurata tecnologia costruttiva, riduce al minimo la necessità di interventi di manutenzione. Resistenti agli sbalzi di pressione e alle sollecitazioni esterne, i filtri sono caratterizzati dall’elemento filtrante robusto e flessibile. La tenuta idraulica è assicurata anche ad elevate pressioni e gli elementi filtranti garantiscono la massima efficienza di filtrazione. La varietà di gradi di filtrazione disponibili (da 20 a 450 mesh) è in grado di soddisfare tutte le necessità di filtraggio.

filtri irrigazione luppolo

4

FERTIRRIGAZIONE

I sistemi di fertirrigazione Irritec® coniugano praticità e affidabilità ad un moderno sistema di iniezione delle soluzioni nutritive. La gestione del fertilizzante viene regolata da semplici ricette di fertirrigazione, impostabili a seconda delle necessità agronomiche e nutrizionali. La corretta gestione idraulica, fondamentale per veicolare il giusto nutrimento alle piante, è assicurata da anni di esperienza nel dimensionamento di macchine ed apparecchiature e da materiali affidabili e certificati.

fertirrigazione luppolo irritec

5

RACCORDI E DERIVAZIONI PER ALA GOCCIOLANTE

I raccordi e le valvole a bassa pressione Irritec® sono la soluzione ideale per gli impianti di irrigazione in campo agricolo e residenziale. I prodotti trovano ampia applicazione e si caratterizzano per la facilità d’installazione e montaggio. Realizzata con materia plastica, questa famiglia di prodotto racchiude: giunti economici, raccordi portagomma, derivazioni per tubi PE-PVC – layflat, raccordi per tape e ala gocciolante leggera, raccordi per ala gocciolante classica, valvole a cilindro, mini valvole a sfera, valvole a sfera, idranti, regolatori di pressione, sfiati d’aria, raccordi filettati e raccordi per tubi spiralati.

raccordi irrigazione luppolo

Scopri come irrigare le altre colture

Irritec vuole semplificare la vita di chi cura le piante, per lavoro e per passione. Lavora perché ogni goccia sia impiegata al meglio, riducendo al minimo l’impronta ecologica e lo spreco delle risorse.

Il team agronomico di Irritec è vicino all’agricoltore anche in fase post vendita e installazione, con assistenza continua e controllo dell’efficienza. Continua attenzione al cliente per offrire soluzioni efficaci e sostenibili con un servizio puntuale ed efficiente.