IRRIGARE A GOCCIA L’ERBA MEDICA

La coltivazione di Erba Medica

Qualche numero sulla coltura dell’erba medica, foraggera preziosa alla zootecnia mondiale. La medica va raccolta con tagli ravvicinati (ogni 20-25 giorni), iniziando a tagliare sin dalla metà di aprile. Possono essere effettuati con successo un numero max di 7 sfalci l’anno anche se limitatamente al primo anno gli sfalci potranno essere più contenuti 4-5 tagli. Con tali numeri, le produzioni per ettaro oscillano tra 14 e 17 t di sostanza secca e 300- 3500 kg di proteina. Per ottenere i massimi vantaggi, la medica deve entrare in successione al mais almeno sul 30% della superficie aziendale destinata normalmente al mais.

Quindi la medica viene utilizzata per tre anni, cui seguono sei anni di mais. Tre anni di medica producono mediamente 45 tonnellate di sostanza secca per ettaro e 9000 kg/ha di proteina con fibra di altissima qualità grazie ai tagli precoci. Così facendo, il mais (granella, o silomais), grazie alla successione con erba medica, aumenta la produzione dall’8 al 13% rispetto a un mais in mono successione. Altri fatti importanti sono di carattere nutrizionale e fitosanitario, infatti dopo l’erba medica è possibile ridurre gli apporti di azoto al mais e si possono evitare i trattamenti contro la piralide.

La produzione totale di sostanza secca non viene penalizzata se si introduce la medica al posto di una parte di mais. Con questo sistema foraggero si ottengono maggiori quantità di proteine e di energia metabolizzabile, nonché maggiori concentrazioni di nutrienti nel chilo di alimento prodotto, a costi più contenuti e con minore impegno di ore di lavoro. Infine, grazie alla medica diminuiscono gli impatti ambientali per il minor uso della chimica e al minor consumo di gasolio.

Esigenze e condizioni ideali

I fattori ambientali maggiormente coinvolti nello sviluppo della medica sono; temperatura e fotoperiodo. Lo sviluppo è più veloce in estate quando sia la temperatura che il numero di ore di luce giornaliera sono maggiori. Mediamente il periodo vegetativo viene ridotto di circa tre settimane passando da 17 a 32 °C. La medica è la leguminosa foraggera più sensibile all’acidità del terreno il pH ottimale è compreso tra 6,5 e 7,5.

Affinché la medica sia in grado di manifestare appieno la propria potenzialità produttiva è necessario che il terreno sia caratterizzato da elevata fertilità, con una buona dotazione di fosforo e potassio.

Per ottenere buone produzioni di foraggio è dunque determinante la disponibilità di P e K , ma può assumere notevole importanza anche quella di S, Fe, Zn, Mn e B, che sono indispensabili per l’accrescimento. La richiesta di elementi nutritivi è intensa e costante durante tutto il ciclo vegetativo della coltura in quanto la pianta è sempre in accrescimento molto attivo e ad ogni taglio vengono asportati consistenti quantitativi di elementi nutritivi per tali motivi è indispensabile una corretta gestione della fertirrigazione che distribuisce uniformemente la sostanza minerale adeguata nella zona radicale.

La medica, come tutte le leguminose, instaura un rapporto di simbiosi con il rizobio Sinorhizobium meliloti che penetra nelle radici subito dopo l’affrancamento delle piantine e forma sulle radici stesse dei tubercoli, essenziali per la fissazione dell’azoto atmosferico.

Per un’appropriata nutrizione azotata della medica è quindi sufficiente che si verifichino le condizioni affinché il rapporto simbiotico si instauri, si mantenga e sia adeguatamente efficiente. La medica risponde bene all’irrigazione in condizioni di scarso rifornimento idrico naturale ed in terreni con scarsa riserva utilizzabile. I consumi idrici unitari della coltura sono variabili in funzione del clima e sono maggiori nei climi più caldi.

Irrigazione dell’Erba Medica

L’erba medica ha una elevata capacità di sfruttamento delle riserve idriche profonde ed infatti la tecnica irrigua che vi suggeriamo per aumentare le produzioni e migliorare la qualità del prodotto è la Subirrigazione.

Le ali gocciolanti interrate ad una profondità di 50 cm permettono un intervento meccanico per una lavorazione non profonda tipo minimum tillage con strumenti adeguati alla preparazione del letto di semina dell’essenza botanica che la seguirà nella rotazione ad esempio il mais.

La tecnica della consociazione mais medica sta sempre più prendendo piede grazie ai su detti sistemi di subirrigazione sempre più efficienti, capaci di poter irrigare le due colture nel medesimo modo, utilizzando lo stesso sistema a goccia.

Questo sistema di irrigazione localizzato alla rizosfera permette all’imprenditore agricolo di risparmiare sino al 40% di energia da poter reinvestire nella propria azienda zootecnica con il massimo del profitto. Tale sistema ha un livello di efficienza irrigua altissima e se coadiuvato da piani di fertirrigazione mirati permette, alla raccolta, di avere una qualità eccelsa e dei benefici spendibili all’interno della produzione zootecnica.

Un sistema di irrigazione sotterraneo ha necessità di piccole accortezze e di programmate manutenzioni ordinarie, piccoli investimenti di carattere velleitario se consideriamo i grandi benefici in termini qualità quantità e risparmio.

Irrigazione dell'erba medica, coltivazione

Di seguito un esempio pratico di come irrigare a goccia l’erba medica

Schema impianto di irrigazione erba medica

Prodotti Irritec di cui hai bisogno per irrigare a goccia l’erba medica

1

ROOTGUARD MULTIBAR™

Le caratteristiche del gocciolatore autocompensante fanno di Multibar® un prodotto ideale per installazioni in aree con grandi dislivelli del terreno, dove sono richieste lunghezze delle linee molto elevate e portate costanti in ogni porzione dell’impianto e alta precisione di erogazione tipica delle colture pregiate.

Multibar Rootguard per irrigazione dell'erba medica

2

TUBAZIONI IN PE E CONNECTO

Tubazione monostrato in PVC flessibile rinforzato da un tessuto ad alta resistenza facile da maneggiare e riporre in magazzino. Agevola le operazioni di fine stagione per sistemi irrigui che necessitano di un rapido e sicuro spostamento. Leggero e flessibile ma allo stesso tempo resistente riduce sia i costi dell’installazione che il tempo di recupero. Facile da tagliare e dotato di un ampia gamma di connessioni fa del sistema di tubazioni in layflat un accessorio indispensabile per l’irrigazione del pomodoro a goccia. Disponibile da 2.4 a 6 bar, In tutti i diametri commerciali a partire dal 1 1/2” sino all’ 8”

3

FILTRI IN METALLO

I filtri in Metallo Irritec® sono solidi e resistenti nel tempo. Possono gestire una grande varietà di portate. Sono disponibili modelli manuali o automatici per applicazioni sia su acque di canale che su acque di pozzo.

Filtri irrigazione erba medica

4

FERTIRRIGAZIONE

I sistemi d’iniezione Irritec® sono affidabili e dal facile utilizzo. Consentono d’iniettare i fertilizzanti (liquidi o diluiti in acqua) a tassi d’iniezione compresi a tra 150 l/h e 1700 l/h (a seconda dei modelli).

Fertirrigazione erba medica irritec

5

RACCORDI E DERIVAZIONI PER ALA GOCCIOLANTE

Gamma completa per la connessione di tape, ala gocciolante leggera e classica, disponibili nelle misure 16, 20, 22, 23, 25 e 29 mm.

Raccordi irrigazione erba medica

Scopri come irrigare le altre colture

Irritec vuole semplificare la vita di chi cura le piante, per lavoro e per passione. Lavora perché ogni goccia sia impiegata al meglio, riducendo al minimo l’impronta ecologica e lo spreco delle risorse.

Il team agronomico di Irritec è vicino all’agricoltore anche in fase post vendita e installazione, con assistenza continua e controllo dell’efficienza. Continua attenzione al cliente per offrire soluzioni efficaci e sostenibili con un servizio puntuale ed efficiente.